Tour San Galgano e Chiusdino - Benedetta Landi

Benedetta Landi
Benedetta Landi
Vai ai contenuti
SAN GALGANO
* * * * *
SAN GALGANO
* * * * *
DATE

01 GEN - 31 DIC
DURATA

3 ORE
COSTO - € 160
ABBAZIA SAN GALGANO - CHIUSDINO
-

Il tour dell’Abbazia di San Galgano comprende l’intero complesso, ubicato a circa 37 kilometri a sud-ovest della città di Siena. Si parte con la visita della Rotonda di Montesiepi, al cui interno si conserva la “spada nella roccia” di San Galgano, per poi scendere all’Abbazia, di cui è visibile l’interno, particolarissimo perché privo di tetto e pavimento, il chiostro e la sala capitolare e lo “scriptorium”. Terminata la visita alla Chiesa proseguiremo con l’automobile (mezzi autonomi) verso il pittoresco paese di Chiusdino (8 km), luogo natio di Galgano, dove visiteremo il Museo Civico e Diocesano di Arte Sacra.
PROGRAMMA
-


MONTESIEPI
L' Eremo di Montesiepi è una cappella che fu costruita dopo la morte di San Galgano nel 1181, è detta anche “Rotonda” e al suo interno si custodisce la spada che, secondo la leggenda, fu piantata a terra da Galgano al momento della sua conversione, trasformando l’oggetto simbolo della sua dissoluta vita precedente in una croce dinnanzi alla quale pregare. L'evidente eco del mito arturiano non ha mancato di sollevare curiosità. Nel XIV secolo è stata aggiunta una cappella rettangolare, affrescata dal pittore senese Ambrogio Lorenzetti.

ABBAZIA SAN GALGANO
L'Abbazia è stata costruita in più fasi, tra gli anni ‘20 e gli anni ’90 del 1200, dai monaci cistercensi, chiamali lì dal Vescovo di Volterra. L’edificio fu eretta per rispondere alle esigenze dell’ordine e presenta le caratteristiche tipiche delle chiese cistercensi. Dopo un lungo periodo di splendore, ebbe inizio quella lenta decadenza che l'avrebbe ridotta all’aspetto attuale; trasformata in cava di materiali edili, depredata ed abbandonata all'incuria degli uomini, si sarebbe arrivati addirittura a vendere le lastre di piombo che coprivano il tetto, esponendola così alle offese del tempo.

CHIUSDINO
È un borgo medioevale fortificato, lungo la direttrice viaria per Massa Marittima, su un promontorio delle Colline Metallifere. Il primo insediamento probabilmente risale all’epoca dei Longobardi e nel corso del XII secolo fu conteso tra Siena, i Conti della Gherardesca di Frosini e i vescovi di Volterra a cui il castello apparteneva, per poi entrare definitivamente a far parte della Repubblica di Siena. Il paese mostra ancora il suo aspetto medioevale e numerosi luoghi d’interesse come la Prepositura di San Michele Arcangelo, la Chiesa di San Martino e quella di San Sebastiano, la presunta Casa di Galgano e il Museo Civico e Diocesano di Arte Sacra.
INFO / PRENOTA
€ 160

Chiedi informazioni o prenota il tour.
Torna ai contenuti